Domenica 19 Novembre 2017

FOBIA SPECIFICA

La fobia specifica è caratterizzata da una paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o situazione specifici (per es., volare, altezze, animali, ricevere un'iniezione, vedere il sangue).

L'esposizione allo stimolo fobico quasi invariabilmente provoca una risposta ansiosa immediata, che può prendere forma di Attacco di Panico.

Anche se la persona riconosce che la paura è eccessiva o irragionevole, la situazione fobica viene evitata oppure sopportata con intensa ansia o disagio.

L’ evitamento, l'ansia anticipatoria o il disagio nella situazione temuta interferiscono in modo significativo con la normale routine della persona, con il funzionamento lavorativo (o scolastico), o con le attività o le relazioni sociali, o comunque è presente un disagio marcato per il fatto di avere la fobia.

Esistono diversi tipi di fobie:

Tipo Animali: la paura viene provocata da animali o insetti. Questo sottotipo esordisce generalmente nell’infanzia.

Tipo Ambiente Naturale: la paura viene provocata da elementi dell’ambiente naturale, come temporali, altezze, acqua. Anche questo sottotipo esordisce generalmente nell’infanzia.

Tipo Sangue-Iniezioni-Ferite: la paura viene provocata dalla vista del sangue o di una ferita o dal ricevere un’iniezione o altre procedure mediche invasive. Questo sottotipo ha un’elevata familiarità ed è spesso caratterizzato da un’imponente risposta vasovagale.

Tipo Situazionale: la paura viene provocata da una situazione specifica, come trasporti pubblici, tunnel, ponti, ascensori, volare, guidare o luoghi chiusi.

Altro Tipo: la paura viene scatenata da altri stimoli. Questi stimoli possono includere: la paura o l’evitamento di situazioni che potrebbero portare a soffocare, vomitare o contrarre una malattia; la fobia dello “spazio” (cioè l’individuo ha timore di cadere giù se è lontano da muri o altri mezzi di supporto fisico); e il timore nei bambini dei rumori forti o dei personaggi in maschera.

TRATTAMENTO

Il trattamento cognitivo-comportamentale della Fobia Specifica si basa essenzialmente sull’utilizzo di alcune tecniche, in particolare l’“esposizione graduata” che permette al paziente di affrontare le situazioni/oggetti fobici da lui temuti in maniera progressiva (dagli stimoli più lontani e che quindi provocano una reazione d’ansia più debole a quelli più vicini e quindi più ansiogeni). Al paziente verranno inoltre insegnate tecniche di rilassamento fisiologico, utili a diminuire la reazione d’ansia di fronte allo stimolo fobico.

 

Articoli & News

Questo sito utilizza cookies tecnici per migliorare la tua esperienza di navigazione e per altre funzioni (statistiche, moduli di contatto, mappe).

Cliccando sul pulsante ACCETTO, acconsenti l'utilizzo dei Cookies. Per saperne di più, leggi la privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.

EU Cookie Directive Module Information